riva del garda

VISITE GUIDATE SULL'ALTO GARDA

Visite guidate a Gargnano Limone, Riva del Garda, Malcesine e Torri del benaco

Per godersi fino in fondo l'alto Garda vale la pena attraversare con un battello le limpidissime acque di questa parte del lago ma è altrettanto bello spostarsi lungo la Gardesana, la strada che stretta tra monti e lago gira senza soluzione di continuità lungo le rive del bacino offrendo continui cambi di panorama indiscutibilmente stupendi.

I paesi e borghetti che punteggiano la costa nord del lago di Garda sono tutti incantevoli, non c'è che da scegliere per costruire una visita guidata che risulterà sicuramente molto piacevole ed interessante. Qui sotto le brevi descrizioni. 

Gargnano

Pur essendo il suo entroterra montuoso e quasi interamente ricoperto da boschi, l'atmosfera che si respira a Gargnano è decisamente mediterranea grazie all'influsso provocato dall'acqua del lago sulla vegetazione che qui ci accoglie composta in giardini, orti, limonaie e uliveti. 

I periodi storici che più hanno influito sul suo aspetto attuale sono essenzialmente due e si fondono armonicamente a fare di Gargnano un luogo estremamente piacevole.

Resiste il medioevo nel convento di S. Francesco, i cui padri diedero il via alla coltivazione di limoni sul Garda, e nel dedalo di vicoli e viottoli sterrati che conservano intatta l'atmosfera legata al passato agricolo degli abitanti; resiste l'Ottocento, quando famiglie dell'alta borghesia e della ricca nobiltà scelsero Gargnano come meta prediletta per la villeggiatura colmandolo di splendide ville e palazzi signorili.

COSA SI VEDE CON LA GUIDA TURISTICA

Centro storico
Chiesa e chiostro del convento di S. Franceso 
Chiesa di S. Martino con l'Ultima Cena attribuita a Veronese e tele del Celesti e del Cignaroli

Limone

Limone è un piccolissimo paese affaciato sul lago e protetto alle sue spalle da una verticale parte rocciosa. Isolato fino agli anni '30 del Novecento, quando la costruzione della strada gardesana lo ha collegato al resto del mondo, il suo centro ha conservato integra la struttura originale fatta di umili case di pescatori e vicoli stretti in salita.

L'isolamento e una mutazione genetica che risale al XVII sec. hanno fatto si che a Limone si sviluppasse il cosiddetto "elisir di lunga vita", una proteina che protegge dalle conseguenze gravi del colestrolo come l'arteriosclerosi e l'infarto. È ancora oggi altissima la percentuale di ultracentenari tra i circa 1000 abitanti di Limone.

Oggi Limone è uno dei paesi turisticamente più sviluppati del lago di Garda. Il porticciolo vecchio, le piazzette e i vicoli offrono piacevoli percorsi fatti di botteghe e baretti e piccoli alberghi che si diradano man mano che si sale fino a raggiungere la limonaia produttiva più settentrionale del mondo: la Limonaia del Castel.

COSA SI VEDE CON LA GUIDA TURISTICA

Il borgo e il Porticciolo vecchio
La chiesetta cinquecentesca di S. Rocco
La Limonaia del Castel

Riva del Garda

Riva del Garda, finis terrae! Si trova in provincia di Trento ed è la cittadina più settentrionale del lago. La sua piana a conca ne abbraccia l'ultima riva e da lì si può contemplare l'intero ramo prealpino del Garda stretto tra le pareti dei monti qui rocciose e a strapiombo lì coperte da verdi boschi.

In perfetta armonia con la natura Riva accoglie i suoi visitatori in un atmosfera mittel-europea di inizio Novecento. Molto affascinanti sono le sue dimore storiche, i sui palazzi, gli alberghi affacciati sulle piazze che rimandano al passato di un turismo austriaco d'èlite che faceva di Riva del Garda il suo pied a terre mediterraneo.

COSA SI VEDE CON LA GUIDA TURISTICA

La Rocca di Riva (esterno)
Piazza III Novembre con la torre Apponale, il Palazzo Pretorio e il Palazzo Pretorio
La chiesa dell'Inviolata
Il quartiere ebraico

Malcesine

Conosciuta come la "figlia del Monte Baldo" Malcesine si trova ai piedi della catena montuosa più importante del lago.

Adagiata sotto il Castello scaligero che la domina da settecento anni è un piccolo gioiello di impianto medievale percorso da un dedalo di vicoli in cui è bello perdersi per lasciarsi sorprendere da scorci inaspettati. Tra le mete turistiche più ambite del Garda, oggi Malcesine combina piacevolmente i suoi percorsi urbani con una ricca sequenza di negozzietti e botteghe.

COSA SI VEDE CONB LA GUIDA TURISTICA

Il Castello scaligero
Il Palazzo del Capitano
La chiesetta dei Ss. Benigno e Caro 
Il porticciolo vecchio
La locanda di Goethe

Torri del Benaco

Piccolissimo borgo di pescatori dall'atmosfera romantica, Torri del Benaco è l'unico paese della riva veronese ad avere conservato la struttura di una limonaia tradizionale.

Se non fosse sufficiente il fascino di un antico giardino di limoni ancora produttivo lo è certamente la sua insolita collocazione a ridosso delle mura del castello.

Il Castello
La Torre dell'orologio
La casa dei Vicari
La parrocchiale dei Ss. Pietro e Paolo

Per informazioni o per combinare quanto proposto con qualsiasi altra meta in città o in provincia di Brescia, Verona, Bergamo, Mantova, Cremona e Milano potete contattare l'Associazione Il Mosaico senza alcun impegno

Le colline orientali: Peschiera, Lazise, Bardolino, Garda

La funivia Malcesine - Monte Baldo

VISITE GUIDATE PER LE SCUOLE

 

VISITE GUIDATE AI LUOGHI IMPERDIBILI

 

ITINERARI TEMATICI

 
 

logo fucsia